Mangiare tipico siciliano a Palermo

Mangiare tipico siciliano a PalermoLa ricerca delle radici della tradizione culinaria ha sempre più preso piede nell’ambito della ristorazione contemporanea: al giorno d’oggi infatti siamo portati a voler assaggiare piatti che ci riportino a dimensioni autentiche, a racconti che attraverso gli ingredienti e le preparazioni ci permettano di comprendere il carattere di un territorio. Al contrario di quel che accadeva nel corso degli Anni Ottanta e Novanta, quando l’omologazione dei sapori era certamente più in voga, oggi il consumatore è molto più consapevole ed esigente e vuole provare solo quel che di meglio un posto può offrire.

Immergersi nella cultura culinaria locale, oppure riscoprire la propria, sono aspetti fondamentali: ecco perché i ristoranti che si fanno correttamente interpreti di questa necessità meritano una visita. Tra questi spicca il Ristorante Caponata, uno splendido esempio di cucina che riesce a sintetizzare la tradizione locale con l’innovazione gourmet in maniera sublime. L’idea dello chef Giuliano Di Blasi è quella di proporre una versione atipica della tipicità, raccontando in forma completamente nuova i lasciti di una cultura culinaria millenaria, simbolo di un crocevia di popoli che hanno dato contributi diversi alla gastronomia che conosciamo oggi. Una visita al Ristorante Caponata costituisce l’occasione perfetta per mangiare tipico siciliano a Palermo: la location situata in pieno centro storico consente a tutti i visitatori di raggiungere comodamente il luogo.

Un unico locale per mangiare tipico siciliano a Palermo

La cucina del Ristorante Caponata non propone solo le tipicità palermitane, al contrario offre uno specchio che rimanda la complessità degli ingredienti salati e dolci che caratterizzano l’isola. I piatti proposti all’interno del menù del Ristorante Caponata includono delle vere e proprie licenze poetiche, i quali rendono comunque omaggio alle tante specialità tipiche siciliane. Basti pensare ad esempio alla caponata in versione bianca, con aggiunta di sgombro e cioccolato di Modica: solo ad immaginare questo piatto si può facilmente comprendere quale complessità di sapori saprà sprigionare all’assaggio. Un altro piatto servito come antipasto che mette al centro l’ingrediente locale è il crudo di gambero rosso di Mazara del Vallo, che rappresenta un’eccellenza che tutta Italia invidia alla Sicilia.

I primi ed i secondi vedono l’impiego di altre tipicità sicule, come il pistacchio di Bronte per dare croccantezza alle tagliatelle fatte in casa e la scottata di tonno locale. Per concludere in bellezza questo excursus sul mangiare tipico siciliano a Palermo, la carta dei dolci contiene molti richiami agli ingredienti tipici della tradizione contadina locale. Tra questi spiccano sicuramente la ricotta, servita in forma di mousse con biscotto di cacao, crema al cioccolato e per finire una cialda a base di cannolo e la mandorla, un altro classico della cucina siciliana, servita come ingrediente protagonista di un biancomangiare al latte, dessert al cucchiaio dal sapore vintage.

 

Dove Siamo

Corso Vittorio Emanuele 244/246, 90133 Palermo